Logo
  Comune di Ruvo del Monte / News     
  «Home»   |   «News»   |   «Forum»  
Login      Password registrati registrati
             
 
La redazione
comune Sindaco
comune Giunta Comunale
comune Consiglio Comunale
comune Commissioni
comune Uffici e servizi
comune Statuto
comune Regolamenti
comune I Sindaci di Ruvo

Calendario
comune Albo Pretorio
comune Pubblicazioni di Matrimonio
comune Autocertificazione
comune Bandi e gare
comune Modulistica
comune Posta Elettronica Certificata
comune Guida ai servizi

La redazione
comuneCartolina
comuneStemma e gonfalone
comune La geografia
comuneLa Storia
comuneAntichi mestieri
comuneCuriosità e leggende
comuneItinerari
comune Percorso religioso
comune Percorso culturale
comune Personaggi Illustri
comune Siti archeologici
comune Natura
comune Galleria Fotografica
comune Tradizioni

La redazione
Utenti: 6827
Ultimo iscritto : DonaldPap
Lista iscritti

Visitatori
Visitatori Correnti : 3
Membri : 0

La redazione



 
lettera aperta al Parroco di Ruvo del Monte
Inserito il 27 giugno 2017 alle 13:28:00 da segreteria. IT - Primo piano

Lettera aperta al Parroco di Ruvo del Monte


LAVORI DI RICOSTRUZIONE E RESTAURO DEL CONVENTO E CHIESA DI S. ANTONIO


 


LETTERA APERTA


AL PARROCO DI RUVO DEL MONTE


 


            Nella cerimonia religiosa, tenutasi nel pomeriggio del 13 giugno 2017 sul piazzale davanti al Convento e Chiesa di S. Antonio, in occasione della Festività di S. Antonio di Padova, la S.V. ha accusato ripetutamente questa Amministrazione comunale, che, invece,  tanto si è spesa per il restauro di detto complesso monumentale,  di negligenza nella soluzione del problema in oggetto. Un simile atteggiamento di denigrazione  l’ha avuto anche durante le festività patronali del 2015.


            Si vuole solo ricordare che detto luogo di culto è stato danneggiato ben 37 anni fa.


 Questa Amministrazione da me diretta, certamente, non è stata inerte.


            Gli atti parlano chiaro. L’interessamento di questa Amministrazione per la soluzione del problema è stato puntuale e costante, con una serie di iniziative e candidature di progetti a finanziamento. Vedasi la significativa nota–denuncia prot. n. 6011 del  19/10/2009, (mio primo anno di gestione amministrativa), rivolta alla Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici della Basilicata (che sino ad allora aveva curati gli interventi di ricostruzione), al Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, al Presidente della Giunta Regionale, al Vescovo di Melfi, al Ministro dell’Ordine dei Frati Minori e alla S.V.


            Nel 2010 otteneva dalla Regione Basilicata un finanziamento di € 300.000,00, impegnato per il recupero dei ruderi del convento annesso alla Chiesa di S.Antonio, perché la misura di finanziamento aveva delle prescrizioni ben precise e doveva riguardare beni certi di proprietà comunale (quali erano appunto i ruderi (Vedi deliberazione consiliare n. 77 del 09/10/1978)  e non anche quelli ecclesiastici (Chiesa di S. Antonio). Nel 2011, con nota prot. 879 sollecitava a voler finanziare un ulteriore intervento per il recupero di detto bene monumentale.


            In data 3 ottobre 2011, l’Ufficio Diocesano Beni Culturali Ecclesiastici comunicava che l’intervento CEI con fondi dell’8 per mille non era possibile, perché il sacro edificio – pur in godimento alla parrocchia – era, a quanto sembra, anch’esso di proprietà  comunale. Solo allora questa Amministrazione è venuta a conoscenza di questa inaspettata novità e, certamente, non è rimasta con le mani in mano. Già a gennaio 2012, con nota prot. 163, rivolgeva alla Regione Basilicata nuova richiesta di finanziamento per un importo di € 600.000,00, candidando apposito progetto, con finalità museale, perché per poter ottenere finanziamenti su misure comunitarie, bisogna dare uno scopo di utilizzo certo e continuo.


 Il 30/5/2016, investiva del problema anche il Presidente del Consiglio dei Ministri, per un inserimento nei finanziamenti “Matera  2019”. Purtroppo, sino ad ora, nonostante i continui solleciti, si è ancora in attesa di finanziamento.


Per la pubblica opinione, ha anche provveduto a denunciare questa inerzia con articoli su quotidiani regionali.


Non ci stiamo certamente arrendendo!


            Per Lei tutto questo è “NEGLIGENZA”?  


            A che gioco sta giocando? Lei, piuttosto, cosa ha fatto da parte Sua, attraverso anche le sue vie gerarchiche? O si limita solo a vendere proprietà (senza rendiconto dei ricavi), a bussare continuamente “cassa” e a lasciare i beni ecclesiastici nell’incuria (vedi Chiesa dell’Annunziata, che è di proprietà ecclesiastica. Sfruttata solo  economicamente ed ora versa in pessime condizioni statiche)? Un  uomo di Chiesa deve osservare l’ottavo Comandamento. A lui ricordiamo quanto viene riportato nella Sacra Scrittura: “Di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio; perché in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato” (Mt. 12, 36-37)!!!


 


Ruvo del Monte, 14 giugno 2017                                                                                          IL SINDACO


                                                                                                                              Avv. Donato Carmine Romano


Letto : 312 | Torna indietro

Invia questa pagina ad un amico! Clicca qui

 
Cerca nel sito

Canale youtube Ruvo Servizio Civile Nazionale


Calendario
<Novembre>
LMMGVSD
00 00 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 00 00


La redazione
comunicando Ditelo al sindaco
comunicando Forum
comunicando Libro degli ospiti
comunicando Newsletter

Utilità
comune Notizie utili
comune Numeri utili
comune Come arrivare
comune Servizio Civile Nazionale
comune Link utili




Scarica visualizzatore


 
©-2001-2005 - Tutti diritti riservati - Comune di Ruvo del Monte
-  Provincia di Potenza  - Viale Repubblica - c.a.p. 85020
- Centralino Tel. 0976.97035 -
E-mail: comuneruvodelmonte@tin.it
Valid HTML 4.01! Valid CSS!
note
Privacy Policy
note legali