Logo
  Comune di Ruvo del Monte / Pagine     
  «Home»   |   «News»   |   «Forum»  
Login      Password registrati registrati
             
 
La redazione
comune Sindaco
comune Giunta Comunale
comune Consiglio Comunale
comune Commissioni
comune Uffici e servizi
comune Statuto
comune Regolamenti
comune I Sindaci di Ruvo

Calendario
comune Albo Pretorio
comune Pubblicazioni di Matrimonio
comune Autocertificazione
comune Bandi e gare
comune Modulistica
comune Posta Elettronica Certificata
comune Guida ai servizi

La redazione
comuneCartolina
comuneStemma e gonfalone
comune La geografia
comuneLa Storia
comuneAntichi mestieri
comuneCuriosità e leggende
comuneItinerari
comune Percorso religioso
comune Percorso culturale
comune Personaggi Illustri
comune Siti archeologici
comune Natura
comune Galleria Fotografica
comune Tradizioni

La redazione
Utenti: 6827
Ultimo iscritto : DonaldPap
Lista iscritti

Visitatori
Visitatori Correnti : 7
Membri : 0

La redazione



 
Personaggi illustri

Andrea Belli (1760-1820) di famiglia patrizia di Ruvo. Il Giustiniani (nel dizionario geograf. Ragionato del Regno di Napoli, vol. II pag. 92) lo dice “uomo erudito e davvero di ottimi costumi che stanno bene in un gentiluomo: vago delle più colte lettere. Io spero indurlo un giorno a mettere a stampa le sue leggiadrissime poesie”. Fu giureconsulto e letterato. Nominato bibliotecario generale provvide la riordinamento delle biblioteche di Napoli. Professore della R. Università di Napoli di diritto civile e canonico. Fu Preside dell’Accademia Pontiana Napoletana di cui facevano parte il Filangieri, il Pagano e altri sommi. Membro dell’Accademia del Giglio d’Oro di Lecce, lasciò le seguenti opere: Dissertazione sulla filosofia – La confutazione del sistema di Spinosa – I Commentari della metafisica del Genovese.

 

Francesco Carrabba nato a Ruvo del Monte nel 1742, giurista di chiara fama e letterato. Scrisse un’elegante Traduzione di Orazio – i problemi di Aristotele e inoltre la “Praxis aurea syndacatus officialium e l’Aureus tractatus pareminentiae M.C.V. indebitae torturae”.

 

P. Francesco Antonio De Paola, vissuto dal 12/10/1737 al 7/9/1814. Fu provinciale dei PP. Liquorini per lo Stato Pontificio. Si interessò per la donazione a Ruvo del Corpo di S. Donato. Scrisse un erudito libro “Le grandezze di Maria”. E’ sepolto a Frosinone dinanzi all’altare maggiore della Chiesa principale.

 

P. Pietro Paolo Blasucci. Fratello maggiore del Venerabile, fu per ben 24 anni (dal 1793 al 1817) Superiore Generale della Congregazione dei PP. Liquorini, che lo considerarono, dopo S. Alfonso, il secondo fondatore della loro Religione. Durante il suo governo i PP. Liquorini si diffusero in Polonia, Austria e Svizzera.

 

 

 Venerabile Domenico Blasucci, studente professo della Congregazione del SS.mo Redentore. Nato a Ruvo il 5 marzo 1732, passò l’adolescenza nell’esercizio delle più belle virtù. Dotato di fervido ingegno a 15 compì i suoi studi letterari e filosofici. A 17 anni entrò nella Congregazione dei PP. Liquorini, facendo subito grandi passi verso la perfezione religiosa. Fu contemporaneo di S. Gerardo Maiella a cui era legato da fraterna amicizia. Ritornò angelicamente al cielo il 2 novembre 1752: le sue spoglie sono custodite a Mater Domini, presso Casposele (Avellino).  

 

Solimene Leopoldo . Pittore: per la sua arte raffinata fu ritrattista alla Corte di Francesco II. Anche in paese abbiamo parecchi ritratti, autentiche sue opere.

 

Cesare Polimondo Chiaia – figura nobilissima ed originale di magistrato, cultore di diritto, pubblicò tra l’anno 1902 una acuta e dottissima monografia sulla distinzione tra l’avente causa e il terzo rimpetto dell’art. 1327 del Codice Civile.

 

Pietro Tozzi. Pittore ben noto nell’ambiente artistico italiano ed estero. Visse prima a Firenze, poi, negli Stati Uniti. Nel 1906 diede il suo capolavoro nel “Mietitore di Basilicata”. Dipinto pieno di vita e di espressione, che nell’esposizione di Seattle e Pittsburg del 1909 ottenne la medaglia d’argento e il secondo premio internazionale. Fu un ottimo ritrattista, tra gli altri ritrasse il generale Caviglia, il Ministro della Guerra Rousseau e molti altri. La Rivista “La Basilicata nel mondo” lo definisce “artista di valore non comune che altamente onora la terra che lo vide nascere, nonché la Patria italiana”.

 

Tommaso Patrissi – uomo di cuore e di ingegno – nacque il 26 agosto 1902, morì a Roma il 6 dicembre 1981. Di vivida intelligenza, frequentato i vari corsi di studio, nel 1926 si laureò presso L’università di Napoli in medicina e chirurgia. Vinse nel 1932 il concorso di medico provinciale a Potenza, carica allora particolarmente prestigiosa. Da Potenza passò a Rovigo e poi a Venezia, a dirigere pure un centro malarico, profondendo le sue migliori energie con la mala-terapia per psiconeurolosi. Si dedicò particolarmente allo studio e alla prevenzione della malaria; promosse tutte le iniziative per la lotta antianofele.Chiamato presso l’Alto Commissariato della Sanità con funzione d’Ispettore Generale predispose ed attuò un piano quinquennale di lotta contro l’anofele (la zanzara malarigena) mediante il massiccio impiego del D.D.T.. Tale efficace intervento consentì, nel giro di tre anni, la scomparsa dell’endemia malarica in tutto il Paese. Dal 1952 al 1964 fu eletto nel Consiglio provinciale di Potenza e ricoprì la carica di assessore alla sanità. Fu autore di ben 43 lavori di ricerca scientifica, è stato membro dell’Accademia di Medicina di Roma. In riconoscimento dei suoi meriti e per il notevole contributo dato con elevata competenza alla soluzione dei molteplici problemi nel campo dell’igiene e della prevenzione, gli fu conferita, nel 1970, la medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica.

 

Mons. Giuseppe Maria Ciampa – Nacque a Ruvo del Monte il 23/01/1907. Egli compì gli studi ginnasiali presso il Seminario di Salerno e quelli liceali e teologici a Napoli, conseguendo la laurea in teologia. Ordinato sacerdote il 14 luglio 1929, fu incaricato dell’insegnamento nel seminario pontificio di Potenza sino al 1935. In seguito fu nominato arciprete di Ruvo del Monte dal 16 luglio 1933. Successivamente fu nominato da Papa Pio XII cameriere segreto soprannumerario. Il 4 novembre 1965 fu promosso prelato di onore da Sua Santità Paolo VI, come riconoscimento della sua intensa attività pastorale svolta in questo lungo e travagliato periodo degli anni del fascismo, della guerra e della ricostruzione, legando la sua vita alla storia religiosa e civile del piccolo centro di Ruvo.

Oltre alla ricostruzione della Chiesa parrocchiale, pericolante dopo i danni del terremoto del 1930, egli si dedicò con zelo a rinnovare la pastorale, con particolare impegno nel settore liturgico e catechistico. Dotò la parrocchia di Ruvo del Monte di un’accogliente casa canonica, come pure gli altri locali di ministero. Dette impulso alla vita culturale e spirituale di Ruvo, interessandosi al funzionamento dell’asilo infantile ed all’istituzione di una sezione di asilo nido. Raccolse appunti e notizie sulle vicende ecclesiastiche e civile del paese, pubblicate nel libro “Ruvo del Monte – notizie storiche” (del 1959). Nei 47 anni di vita parrocchiale prese a cuore in modo particolare il funzionamento dell’Asilo Infantile. Nel 1946 si impegno per l’apertura di un consultorio materno-pediatrico con visita settimanale di uno specialista per i bambini e con la distribuzione gratuita ai più bisognosi di ricostituenti  e medicinali. Nel 1952, dopo ripetute istanze, l’ONMI (Opera Nazionale Maternità Infanzia), in collaborazione con la parrocchia, decise l’apertura del “Refettorio Materno”, in cui venivano assistite gratuitamente e ogni giorno le numerose giovani madri. Negli anni 1955/1956 curò i lavori di restauro dell’Asilo Infantile. Dal 1960, per suo interessamento, iniziò a funzionare l’Asilo nido. La sua opera mirava a far crescere e educare i fanciulli sul piano del corpo, dell’anima, della grazia e della mente.

Morì a Ruvo del Monte il 19/03/1980. Nell’agosto 1997 l’Amministrazione comunale ha intitolato in sua memoria la piazza antistante la Chiesa Madre.

 



Invia questa pagina ad un amico! Clicca qui

 
Cerca nel sito

Canale youtube Ruvo Servizio Civile Nazionale


Calendario
<Novembre>
LMMGVSD
00 00 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 00 00


La redazione
comunicando Ditelo al sindaco
comunicando Forum
comunicando Libro degli ospiti
comunicando Newsletter

Utilità
comune Notizie utili
comune Numeri utili
comune Come arrivare
comune Servizio Civile Nazionale
comune Link utili




Scarica visualizzatore


 
©-2001-2005 - Tutti diritti riservati - Comune di Ruvo del Monte
-  Provincia di Potenza  - Viale Repubblica - c.a.p. 85020
- Centralino Tel. 0976.97035 -
E-mail: comuneruvodelmonte@tin.it
Valid HTML 4.01! Valid CSS!
note
Privacy Policy
note legali